Dopo la chiusura della funicolare di Chiaia, anche quella di Montesanto rischia di interrompere il servizio di collegamento, tra la Pignasecca e Via Morghen, nel quartiere Vomero, attraverso la stazione intermedia del Corso Vittorio Emanuele.

Il motivo che potrebbe far scattare la chiusura è la scadenza del termine dell’ultima manutenzione straordinaria, un lavoro completato venti anni fa e che dovrà ripetersi a metà del 2024.

Una situazione da monitorare attentamente, infatti, se la chiusura dell’impianto di Chiaia si protrarrà a lungo e coinciderà, almeno per un periodo, con quella della funicolare di Montesanto, le ricadute sul trasporto pubblico napoletano sarebbero pesantissime.

Intanto Anm tranquillizza, sostenendo che l’ipotesi del fermo in contemporanea delle due funicolari è estremamente remota.

L’azienda napoletana del trasporto pubblico fa sapere che si, i venti anni per la manutenzione straordinaria dell’impianto che dalla Pignasecca arriva al Vomero scadranno a metà 2024, ma è anche vero che Anm ha intenzione di chiedere al ministero dei Trasporti una proroga dell’attività ed ha fondate speranze di ottenerla, dopo che i tecnici dell’agenzia che si occupa di sicurezza nei trasporti avranno effettuato la verifica dello stato generale dell’impianto.

Dunque un possibile scenario da evitare considerando già i disagi quotidiani concreti che i napoletani sono costretti ad affrontare per lo stop della funicolare di Chiaia, avvenuto il primo ottobre del 2022, per lo stesso motivo che tra un anno potrebbe riguardare anche quella di Montesanto.