Gio. Mar 30th, 2023

Si è già messa in moto la macchina dei soccorsi e dell’assistenza ai 109 migranti, alcuni dei quali in precarie condizioni di salute, che viaggiano a bordo della nave della ong “Sea Eye 4”, dell’omonima ong, che veleggia in direzione del porto di Napoli dove attraccherà lunedì. Al termine della riunione di coordinamento in Prefettura, il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha dato disposizioni per attivare le operazioni di assistenza sanitaria sia a bordo che a terra allertando l’Ospedale del Mare e, per una prima accoglienza, l’adiacente albergo.

Anche Palazzo San Giacomo si mobilita attivando la propria rete di assistenza per predisporre, con la regia della Prefettura di Napoli, l’accoglienza dei migranti che sbarcheranno dalla “Sea Eye 4” tra cui decine di minori non accompagnati di cui si farà carico l’amministrazione comunale in un numero compreso tra i 20 e i 30 bambini anche se quello preciso è in via di definizione. La relativa profilazione è in corso e sebbene al momento non si conoscano ancora i Paesi di provenienza, così come la loro lingua e la loro età, sono già state attivate tutte le procedure di accoglienza e accompagnamento. Inoltre, anche i servizi sociali territoriali del Comune sono già al lavoro e saranno presenti allo sbarco così come le associazioni del terzo settore che si occupano di migranti mettendo a disposizione i loro mediatori culturali.

Infine, il Comune, sempre con il supporto della Prefettura, in attesa di una loro ulteriore collocazione, ha allestito una struttura per dare accoglienza ai minori per i prossimi 60 giorni e il cui numero verrà stabilito all’arrivo in base all’età dei presenti sull’imbarcazione sulla quale ci sono anche persone decedute di cui si occuperà sempre l’Amministrazione comunale.

DiRedazione

Account ufficale della redazione di Canale 21, seguici in Tv e sul web www.canale21.it